Nel corso della giornata odierna si è svolto nella sede comunale, un primo incontro tra l'Amministrazione e le parti sociali (sindacati, organizzazioni datoriali e rappresentanti degli ordini professionali) per fare un resoconto delle risorse proficuamente attivate in questi ultimi due anni con particolare riferimento ai finanziamenti pubblici nel settore dei servizi alla collettività e alle opere pubbliche.

A rappresentare l'Ordine degli Ingegneri di Agrigento il nostro Consigliere delegato  Ing. Epifanio Bellini, vicepresidente in carica.
 
Dopo l'esauriente relazione introduttiva, condotta dai rappresentanti dell'Amministrazione, che ha consentito di individuare l'esigenza di rendere organici i rapporti tra le parti, è stato deciso di calendarizzare preliminarmente alcuni momenti di confronto e di analisi.
L'occasione è stata utile per sottolineare la difficoltà della categoria tecnica che, dopo avere esposto gli aspetti della perdurante crisi del settore edilizio, delle note vicende del PRG e delle relative prescrizioni edilizie, ha ottenuto dall'amministrazione la volontà di pervenire, nel più breve tempo possibile, alla definizione di risposte chiare ed esaustive.
Collateralmente, secondo le intenzioni del consiglio del nostro ordine, è stata anticipata la richiesta di un confronto separato su alcune tematiche di interesse per la categoria riguardanti, tra gli altri,  il funzionamento degli uffici, la tempestività degli atti, al fine di ritrovare soluzioni congiunte  che vedano il decoro della professione e la qualità della progettazione quali obiettivi comuni.
Nello specifico, tra gli argomenti trattati, è stata posta particolare attenzione  all'opportunità di inserire tra la documentazione a corredo dei titoli abilitativi, la liberatoria del tecnico attestante la liquidazione delle competenze in modo da non penalizzare il lavoro eseguito.
I temi proposti, nell'ottica del miglioramento della qualità della progettazione e più in generale del riconoscimento del significativo ruolo delle professioni tecniche nei processi di trasformazione edilizia, sono stati accolti con interesse da tutti i partecipanti, per questo è stato deciso, di comune accordo, di rinviare a momenti spercifici il loro approfondimento.
 
Il Presidente
Alberto Avenia