Cerca

 

La progettazione e costruzione di edifici sostenibili è ormai un tema centrale nella professione di architetti e ingegneri. Il concetto di sostenibilità in edilizia è entrato progressivamente nella pratica comune e nella legislazione nazionale. Accogliendo l’indicazione contenuta nella Comunicazione della Commissione europea “Politica integrata dei prodotti, sviluppare il concetto di ciclo di vita ambientale” (COM(2003) 302), e in ottemperanza del comma 1126, articolo 1, della legge 296/2006 (legge finanziaria 2007), il Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ha elaborato nel 2007 il “Piano d'azione per la sostenibilità ambientale dei consumi della pubblica amministrazione". Il Piano, avente l’obiettivo di massimizzare la diffusione del GPP (Green Public Procurement o acquisti verdi) presso gli enti pubblici, definisce gli obiettivi nazionali e identifica le categorie di beni, servizi e lavori per i quali identificare i ‘Criteri Ambientali Minimi’ (CAM). Gli acquisti verdi della Pubblica Amministrazione (GPP) sono obbligatori in base all’art. 34 del Dlgs 50/2016 “Codice degli appalti”. In particolare l’obbligo per le stazioni appaltanti è quello di inserire nei bandi di gara almeno le specifiche tecniche e le clausole contrattuali minime contenute nei documenti di CAM. L’edilizia è interessata dalla definizione ministeriale dei CAM in quanto, con DM 11 ottobre 2017 (G.U. Serie Generale n. 23 del 28 gennaio 2017), sono stati aggiornati e adottati “Nuovi criteri ambientali minimi per servizi di progettazione e lavori di ristrutturazione, nuova costruzione e manutenzione”. I criteri definiti interessano requisiti del progetto, dei materiali, della gestione del cantiere e dei soggetti stessi che partecipano al progetto e alla costruzione di edifici.

L'Ordine organizza il corso CAM con l'obiettivo di  formare i professionisti nell’uso e nella applicazione dei Criteri Minimi Ambientali negli appalti pubblici .Il professionista tecnico infatti ,in applicazione del dlgs  50/2016 e succ. 56/2017 (correttivo,) è tenuto ad introdurre nel ciclo dell’appalto per la propria competenza le disposizioni in esse contenute

Il corso è aperto a tutte le categorie di professionisti ( Ingegneri, Architetti, Geometri….)

La partecipazione  ha un costo di € 70.00  

Solo per gli Ingegneri iscritti, grazie al contributo dell’Ordine, il costo è di € 50.00

Il numero massimo  dei partecipanti è 40 unità, minimo 25. Le iscrizioni verranno prese in considerazione in base al numero di protocollo dando la priorità agli Ingegneri.

Riconosce n. 8 CFP

Ad ogni partecipante verrà consegnato materiale didattico

Il corso si conclude con un test di verifica dell’apprendimento a risposta multipla somministrato ad ogni partecipante.  

Al termine del corso un apposito questionario verrà proposto per la valutazione finale da parte dei partecipanti affinché possano esprimere un giudizio sui diversi aspetti del corso appena concluso.

Inviare il modulo di adesione allegando il versamento  (   bonifico bancario intestato a: Ordine degli Ingegneri della Provincia di Agrigento

 IBAN:   IT97E0710816600000000000591  -   BCC AGRIGENTINO

INVIA MODULO DI ADESIONE

LOCANDINA E PROGRAMMA